PRESTITI PRIVATI DA 1.000 A 50.000 Euro, Prestiti immediati anche per cattivi pagatori, protestati e segnalati!

DA 1.000 A 50.000 Euro

Prestiti privati con importi finanziabili da 1.000 a 50.000 Euro. Prestiti immediati anche per cattivi pagatori, protestati e segnalati!

Motivo del finanziamento non richiesto.

Rimborso da 12 a 120 mesi. Definito dal cliente.

Tasso Fisso.

Età compresa tra 18 e 70 anni.

Importi e tempi di rimborso personalizzabili.

Prestiti immediati anche per cattivi pagatori e protestati.




E’ un finanziamento rilasciato senza necessità di motivare la richiesta, e pertanto non finalizzato, con tasso d’interesse fisso, ammortamento a rate costanti da rimborsare con cadenza mensile.

La concessione del prestito personale privato, in genere, non è subordinata alla presentazione di garanzie reali. Solo quando l’importo richiesto è piuttosto elevato rispetto alla capacità di reddito del richiedente viene richiesta l’indicazione di un garante o di altre garanzie specifiche.

SCHEDA CARATTERISTICHE Prestiti immediati anche per cattivi pagatori e protestati
• Importi finanziabili da 1.000 a 50.000 Euro (in base all’affidabilità creditizia del richiedente).
• Motivo del finanziamento non richiesto.
• Tasso Fisso.
• Rimborso da 12 a 84 mesi.
• Età compresa tra 18 e 70 anni.
• Reddito dimostrabile (stipendio, modello Unico, pensione anzianità, ecc.).
• Importi e tempi di rimborso personalizzabili.

RICHIESTA DI FINANZIAMENTO
Segui questa semplice procedura: invia la tua richiesta di prestito tramite il ns. form richiesta di preventivo on-line.
Sarai contattato dai nostri consulenti che ti forniranno tutte le informazioni riguardanti il finanziamento richiesto (rate, tassi e documentazione da presentare).



Pubblicato in prestiti privati | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 259 commenti

Cessione Quinto: dipendenti, pensionati inps, inpdap.

La cessione del quinto stipendio è una delle forme più diffuse di finanziamento non finalizzato per dipendenti.
E’ regolamentata dalla Legge 180/50 relativa alla Cessione del quinto stipendio.

Il rimborso avviene attraverso rate mensili costanti, secondo il piano predefinito, versate direttamente dal datore di lavoro che si impegna ad adempiere con puntualità ai rimborsi.

Il finanziamento viene rilasciato a dipendenti di qualsiasi tipo di azienda: enti pubblici, aziende private grandi e piccole.
Per usufruire di questo tipo di finanziamento basta avere una busta paga a garanzia dello stesso. Non occorrono garanti, fideiussioni o la firma di alcuna cambiale.
Inoltre possono coesistere in alcuni casi protesti o pignoramenti.

SCHEDA CARATTERISTICHE
• Importi finanziabili da 1.000 a 50.000 Euro (in base ai redditi del richiedente).
• Finalità del prestito non richiesta.
• Tasso fisso.
• Rimborso da 12 a 120 mesi.
• Lavoro dipendente (sia di enti pubblici che di aziende private).
• Anzianità lavorativa minima 6 mesi.
• Rata cedibile fino a 1/5 dello stipendio.
• Anche con pignoramenti o protesti.
• Rimborsi con trattenute in busta paga.
• Importi personalizzabili.

RICHIESTA DI FINANZIAMENTO
Segui questa semplice procedura: invia la tua richiesta di prestito tramite il ns. form richiesta di preventivo on-line.
Sarai contattato dai nostri consulenti che ti forniranno tutte le informazioni riguardanti il finanziamento richiesto (rate, tassi e documentazione da presentare).
MODALITA’ DI EROGAZIONE E RIMBORSO
Al fine di valutare la fattibilità dell’operazione è necessario fornire a Prestitiperte le informazioni riguardanti il reddito dimostrabile e la documentazione richiesta.

La liquidazione della pratica avverrà , in un’unica soluzione tramite bonifico bancario o assegno intestato al richiedente.
Il pagamento delle rate è diretto ed automatico con una trattenuta dell’importo sulla busta paga del dipendente.
La quota ceduta per il rimborso rateale non può eccedere un quinto dello stipendio netto.

 

Pubblicato in prestiti privati | 10 commenti

Prestito personale

Il prestito personale è un tipo di finanziamento non finalizzato particolarmente funzionale al pagamento rateizzato di beni di consumo o servizi o alla risoluzione di problemi e difficoltà di natura finanziaria.

I prestiti personali possono essere rivolti a tutte le categorie dei lavoratori (dipendenti, autonomi, professionisti, ecc.), purché vi sia la presenza di un reddito dimostrabile e sufficiente al rimborso puntuale e regolare delle rate previste dal finanziamento.

Si caratterizzano per la presenza di rate costanti e un tasso d’interesse fisso per tutta la durata del finanziamento. Il massimo importo che la banca può erogare a favore di un dipendente è collegato allo stipendio netto da questi percepito e alla sua disponibilità economica. Non di rado è contemplata la possibilità di far coesistere prestito personale e altri finanziamenti già in corso.

L’erogazione del prestito personale può avvenire con accredito sul conto corrente (mediante bonifico bancario) o assegno circolare intestato al richiedente il finanziamento. Tra le modalità di rimborso del prestito personale si segnalano invece il RID (addebito sul conto corrente) o le ricevute bancarie (Ri.Ba).

Per poter ottenere un prestito personale è spesso condizione essenziale possedere una buona reputazione creditizia. E’ possibile che la banca richieda la presenza di un garante o la fornitura di una fidejussione, specie ove la somma richiesta appaia elevata rispetto al reddito netto del richiedente.

In fase di scelta del prestito personale andrà posta particolare cura alle clausole contrattuali incluse nei contratti delle varie offerte. Uno dei vari elementi da prendere in considerazione per valutare la convenienza di un’offerta è costituito dal tasso annuo effettivo globale (TAEG).

Pubblicato in prestiti privati | 58 commenti